Direttiva e-Privacy UE

AVVISO. Questo sito web utilizza cookies per gestire l'autenticazione, alcuni aspetti della navigazione e altre funzioni (statistica). Inoltre, alcune funzioni di terze parti si servono di ulteriori cookies non gestiti da questo sito (pulsanti di condivisione sui social network). Per navigare su questo sito è possibile l'accettazione dei cookies sul vostro dispositivo facendo click sul pulsante 'OK' o non acconsentire facendo click su 'Annulla' (nessun cookie verrà salvato nel PC e questo messaggio si ripresenterà ad ogni accesso). This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By choosing OK, you agree that we can place these types of cookies on your device.

Privacy Policy

Avete rifiutato i cookie. Potete cambiare la vostra decisione.

Avete consentito ai cookie. Potete cambiare la vostra decisione.

Oggi doveva essere una giornata come tante. La campana che squilla, alunni che vociano, professori che parlano...

Ma oggi per il Duca degli Abruzzi è invece una giornata di dolore e di lutto.

Simone Casu, un alunno della nostra Scuola, uno dei nostri ragazzi, ci ha lasciato.

Le facce esprimono tristezza, dolore e tanta incredulità.

La sua classe, i compagni del suo corso e della sua Scuola, insieme ai professori, al personale tutto e alla dirigenza abbracciano con calore e infinito affetto la sua famiglia.

"Ciao Simo!" e ciò che si legge nel cartellone che i tuoi compagni hanno già appeso in classe e  quelle che seguono sono solo alcune delle parole che i tuoi compagni ti hanno dedicato...

Simone dimmi che domani scenderai dal solito pullman rotto di cui ti sei sempre lamentato, dimmi che dopo mi chiamerai per i compiti... dimmi che mi racconterai una delle tue solite battute orrende che per quanto tali ogni tanto facevano pure ridere... Dimmi che ancora una volta starai sui sedili del CTM a giocare al cellulare e a parlare con noi.. dimmi che sarai seduto lì, al tuo solito posto, con Lorenzo.
Sei arrivato in classe un anno fa quasi. Non puoi essertene già andato!  Ti prego, dimmi che torni. Ci manchi, è stato il viaggio più lungo di tutti. Ho pianto, ti ho pianto, come sto piangendo ad ogni parola che scrivo. Dimmi che domani ti vedrò correre per salire sul diretto. O almeno fatti vedere. E sembrerà stupido e scontato ma è vero che capisci l'importanza di una cosa o una persona solo quando la perdi. Credo di non averti mai detto che ti voglio bene...

Di "ti voglio bene" sono pieni quei bigliettini scritti a bruciapelo dai tuoi compagni...

"ti voglio bene" te lo diciamo noi tutti del Duca degli Abruzzi.

Ciao Simo.. sarai sempre nei nostri cuori.

Joomla templates by a4joomla