Studio della vegetazione nella penisola del Sinis
località "Turr'e Seu" (Torre di Sevo)

Capitoli presenti

Presentazione del lavoro

Il progetto "Adotta un'oasi" nasce dalla precisa esigenza di sensibilizzare gli studenti ad una maggiore attenzione verso gli ambienti naturali e di favorire una migliore conoscenza del territorio inteso come bene comune e come risorsa.
A tale scopo gli insegnanti di Scienze dell'Istituto hanno ritenuto importante proporre ogni anno una diversa località, a carattere socio-botanico ben definito, dove effettuare con gli studenti delle classi terze, alcune giornate di studio sul campo.
Nell'anno scolastico 2000-2001 è stato scelto il promontorio di Torre Seu nella penisola del Sinis.
Sotto la guida dei docenti gli alunni hanno effettuano l'osservazione e lo studio dell'ambiente sotto vari aspetti. In particolare è stato privilegiato e approfondito l'aspetto floristico - vegetazionale attraverso la raccolta e la determinazione, sul posto e a scuola, delle specie botaniche rappresentative, con particolare riguardo agli endemismi.

Gli studenti e i docenti interessati

Gli studenti e gli insegnanti che hanno partecipato al progetto:

Le classi 3 D e 3 E, con le docenti di Scienze Roberta Bottini e Daniela Varsi e il docente di Esercitazioni di laboratorio di Scienze, Pierpaolo Schirru. L'insegnante di Esercitazioni di azienda, Franco Sestu, scatta la fotografia.

Posizione geografica della località

L'area dell'attività

La zona scelta per lo studio è il piccolo promontorio di Torre Seu che si estende nella penisola del Sinis, nella zona compresa tra punta Maimone e Funtana Medica, in un'area di circa 1.5 Kmq. (Costa occidentale della Sardegna, Provincia di Oristano, Comune di Cabras).

Geologia e paesaggio

aspetti geologici dell'area

La penisola del Sinis conserva inalterato, nonostante alcuni riprovevoli insediamenti turistici, il suo fascino e la sua importanza naturalistica e paesaggistica al punto da poter entrare a pieno titolo nel novero dei Parchi nazionali. Gode di un microclima particolare essendo esposta a maestrale, con un entroterra pianeggiante (alt. max. 35 m) caratterizzato da un tavolato calcareo e da una placca basaltica poco più elevata

Il promontorio di Torre Seu

Torre Seu

Il promontorio di Torre Seu è l'area meglio conservata della penisola: tutelato adeguatamente per decenni dal proprietario, don Efisio Carta, tragicamente scomparso, fu ceduto dalla vedova ad un ordine religioso e successivamente fu dato in affitto al WWF che lo ha gestito dal 1982. Alterne vicende tra questo e il comune di Cabras ne hanno segnato la vita sino alla fine degli anni '90, quando è entrato a far parte integrante del neonato parco del Sinis.

Caratteristiche generali della vegetazione

vegetazione tipica dell'area

La vegetazione dell'oasi di Torre Seu, anche se ormai degradata, conserva tutte le caratteristiche peculiari della regione, che in altre zone del Sinis sono andate perdute.

L'ambiente, ancora in buona parte selvaggio e incontaminato, è caratterizzato da una fitta e bassa macchia mediterranea a lentisco, rosmarino, cisto, accompagnati dalla palma nana. Si trova inoltre un boschetto di pino d'Aleppo a carattere di stazione relitta.

Nel periodo primaverile la macchia si arricchisce della fioritura di numerose orchidee, iris celesti e rosa, romulee e altre specie.

Ciò che rende però più interessante la zona dal punto di vista botanico sono le preziose rarità floristiche, quali varie specie di Limonium, l'Heliantemum caput-felis e l'Ornithogalum biflorum.

Gli studenti al lavoro

studenti al lavoro

Gli studenti, suddivisi in gruppi, hanno delimitato con il nastro dei quadrati di circa 10 metri di lato dove effettuare la raccolta dei campioni di piante per la successiva determinazione.

Joomla templates by a4joomla